Agricoltura di precisione

I droni sono attualmente impiegati con profitto in in campo agricolo con le seguenti settori:

DISTRIBUZIONE DI LIQUIDI CON DRONE.

La distribuzione di liquidi con droni rappresenta la soluzione ideale nel caso in cui la conformazione dello scenario e le condizioni del terreno rendano difficili o addirittura impossibili, se non a costi elevatissimi, i trattamenti tradizionali meccanizzati o manuali.

DISTRIBUZIONE DI LIQUIDI IN SCENARI STANDARD:

La distribuzione di liquidi con drone può essere efficace anche su scenari semplici. Il drone DJI MG-1 AGRAS (nella sua versione base e nelle configurazioni avanzate  S e P) è, infatti, un sistema ottimizzato per la distribuzione aerea di prodotti liquidi su scenari standard.

E’ in grado di garamtire MASSIMA EFFICIENZA: con la capacità di carico di 10 Kg di liquidi, l’MG-1 può distribuire ad alta velocità un’area di 4.000-6.000 m² in soli 10 minuti, decine di volte più veloce di una distribuzione manuale. Il sistema di distribuzione automatico è a rateo variabile, in funzione delle condizioni di volo. La quantità di liquido distribuita è regolata in maniera molto precisa.
Grazie a sensori di quota il DRONE MG-1 AGRAS può seguire su scenari semplici il terreno mantenendo la quota di volo e la velocità impostata.

 

DISTRIBUZIONE DI LIQUIDI IN SCENARI COMPLESSI:

 

 In volo, il kit installato sul DRONE sgancia le capsule in base alla pianificazione effettuata basandosi sulle posizione rilevata dal GPS.

Ogni sgancio è validato da un sistema di sensori e run time viene monitorato dalla stazione di terra da dove è possibile avviare e fermare la distribuzione, verificare se il serbatoio è vuoto.

Al termine del volo viene generato un report complessivo degli sganci effettuati.

Con un singolo volo è possibile coprire fino a 5 Ha in meno di 15 minuti. La ricarica rapida delle capsule è garantita dalla possibilità di rimuovere rapidamente il serbatoio vuoto e di caricare quello pieno per ripartire con uno stop di pochi secondi  tra un volo e l’altro.

Alla velocità di 50 Km/h rilasciando fino a 2 capsule al secondo è possibile coprire vaste aree ma mantenendo la precisione di distribuzione che determina l’efficacia del trattamento biologico.

DISTRIBUZIONE DI GRANULATI

Abbiamo un drone per la distribuzione granulati  in modo efficiente su tutti i tipi di scenari. Equipaggiato con un serbatoio da 10 litri e kit di distribuzione di granulati, può distribuire a rateo variabile prodotti in forma granulare.

Viene erogata la giusta quantità di prodotto a bassa deriva, in volo automatico e radente alla coltura.

Attraverso l’utilizzo di una semplice app appositamente realizzata da un nostro partner è possibile, infatti, importare un modello digitale di elevazione del terreno e pianificare un volo preciso a quota costante, configurando opportunamente le quantità di prodotto da distribuire per assicurare la migliore e uniforme copertura della superficie in base alle prescrizioni.

Il Kit di distribuzione Granulati è compatibile con il kit di distribuzione liquidi, pertanto con lo stesso drone è possibile distribuire sia liquidi che granulati, semplicemente scegliendo quale dei due kit montare.

Il DRONE , come tutte le soluzioni del nostro partner, è personalizzabile in base alle specifiche esigenze di distribuzione di ogni singolo scenario, dal più semplice al più complesso. Inoltre, è possibile adattare il sistema di distribuzione alle caratteristiche del prodotto da distribuire e allo scenario sorvolato.

 

 

DISTRIBUZIONI POLVERI 

un drone in grado di assicurare la distribuzione polveri per agricoltura di precisione. Il drone, equipaggiato con un kit di distribuzione realizzato da un nostro partner, rilascia con alta precisione garantita dal GPS, la giusta quantità di prodotto in polvere sulla coltura .

In volo automatico e radente alla coltura, assicura che venga erogata la giusta quantità di prodotto, evitando eccessi o aree non coperte. Infatti, grazie alla pianificazione del volo automatico con l’APP appositamente realizzata da un nostro partner, è possibile pianificare e controllare che il drone voli ad una quota costante, anche su terreni con forti pendenze, configurando opportunamente le quantità di prodotto da distribuire.

In questo modo si assicura una distribuzione di polveri precisa e una copertura uniforme della superficie, in base alle esigenze della specifica applicazione. Il kit è montabile su diversi droni; sul drone BA-A può distribuire fino ad 1 L di prodotto in polvere a volo, mentre montato sul BA-C può distribuire fino a 10 L a volo.

DISTRIBUZIONE DI CAPSULE 

I BA-A sono droni per distribuzione capsule in agricoltura biologica. Equipaggiati con un kit di distribuzione automatizzato rilasciano, con alta precisione garantita dal GPS, capsule che possono essere usate per la lotta biologica alla piralide del mais. Il software di pianificazione appositamente creato da un nostro partner pianifica i voli automatici in base alla forma del campo e alla corretta quantità di capsule da distribuire.
In volo, il kit installato sul DRONE sgancia le capsule in base alla pianificazione effettuata basandosi sulle posizione rilevata dal GPS.
Ogni sgancio è validato da un sistema di sensori e run time viene monitorato dalla stazione di terra da dove è possibile avviare e fermare la distribuzione, verificare se il serbatoio è vuoto.
Al termine del volo viene generato un report complessivo degli sganci effettuati.
Con un singolo volo è possibile coprire fino a 5 Ha in meno di 15 minuti. La ricarica rapida delle capsule è garantita dalla possibilità di rimuovere rapidamente il serbatoio vuoto e di caricare quello pieno per ripartire con uno stop di pochi secondi  tra un volo e l’altro.
Alla velocità di 50 Km/h rilasciando fino a 2 capsule al secondo è possibile coprire vaste aree ma mantenendo la precisione di distribuzione che determina l’efficacia del trattamento biologico.

IMPOLLINAZIONE ARTIFICIALE 

L’impollinazione artificiale mediante l’ausilio di un drone è utile per integrare, migliorare e surrogare l’impollinazione naturale anemofila. L’impollinazione artificiale può essere fondamentale, ad esempio, in condizioni meteorologiche particolari, quando frequenti eventi piovosi e/o forti venti  durante il periodo dell’impollinazione impediscono lo svolgimento naturale della stessa.
E’ caratterizzata da tempi di distribuzione del polline rapidi, totale copertura dell’area da impollinare, costi di distribuzione contenuti
Oltre a salvare il raccolto in casi limite, ci possono essere ulteriori vantaggi economici: nelle giuste condizioni, il recupero di produzione può assumere valori economici anche importanti.
Il drone BA-A, infatti, equipaggiato con un kit di distribuzione, è in grado di rilasciare con alta precisione garantita dal GPS la giusta quantità di polline sulla coltura, per integrare, migliorare e surrogare l’impollinazione naturale. Nel 2017 si sono svolte attività operative su diverse colture; in primis sul Noce grazie ad una collaborazione di Aermatica3D con il dott. E. Cozzolino (Agronomo, esperto in nocicoltura) e con il Consorzio Agrario dell’Emilia.
Nel 2018 il nostro partner ha svolto attività di distribuzione di polline tramite Drone sia sul territorio nazionale su diverse colture tra le quali il Noce, che in ambito internazionale.

 DISTRIBUZIONE INSETTI UTILI

La distribuzione insetti utili con i droni è un’alternativa ai metodi tradizionali di lotta ai parassiti per un’agricoltura biologica ed ecosostenibile.
Il nostro partner, con il BA-A equipaggiato con un apposito kit automatico, consente l’attività di distribuzione di insetti utili.
Una delle applicazioni può essere quella del phitoseidus Permillis contro il ragnetto rosso della soia.
Il metodo mirato tramite Drone rappresenta un’alternativa efficiente alla distribuzione tradizionale o manuale.

LOTTA BIOLOGICA ALLE ZANZARE

I droni possono essere utilizzati in modo efficace per la lotta biologica alle zanzare, in quanto semplicemente permettono di individuare i potenziali focolai e rapidamente di distribuire insetticita biologico in maniera mirata.
E’ stato sviluppato un innovativo processo che consente mediante rilievo aereo da drone (BA-A con sensore Multispettrale) e successiva elaborazione di mappare le aree caratterizzate da accumuli d’acqua, ambiente in cui in brevissimo tempo si sviluppano le larve delle zanzare, e di operare successivamente in maniera mirata sulle aree individuate con la distribuzione aerea da qualche metro di quota del prodotto biologico larvicida.
Scarica il rapporto ufficiale 2018 sulla valutazione dell’efficiacia dell’utilizzo dei droni per distribuire i trattamenti larvicidi per la lotta biologica alle zanzare nell’area del Delta del Po: Evaluation of larvicide treatments by drone

Leggi l’articolo su “La nuova Ferrara”

Ferrara, un drone per la lotta contro le zanzare

Il drone azionato ieri mattina in Valle Pega, in un’area incolta un tecnico della ditta nostra partner ha pilotato il volo del drone, munito di un serbatoio che conteneva 10 litri di prodotto biologico larvicida ….

http://lanuovaferrara.gelocal.it/ferrara/cronaca/2017/09/14/news/un-drone-per-la-lotta-alle-zanzare-siamo-alla-svolta-1.15852748

Leggi l’articolo su “Quadricottero”
Zanzare? In alcune zone si possono combattere con droni speciali
Nei giorni scorsi nei pressi di Comacchio, precisamente in Valle Pega, è stata svolta un’importante sperimentazione che ha visto protagonisti alcuni droni allestiti appositamente per fornire un supporto alla lotta integrata contro le Zanzare ….

https://www.quadricottero.com/2017/09/zanzare-in-alcune-zone-si-possono.html

LOTTA BIOLOGICA ALLA PIRALIDE DEL MAIL

I droni sono lo strumento ideale per la lotta biologica piralide mais in quanto assicurano la migliore e più rapida distribuzione delle capsule di uova di trichogramma, che, una volta schiuse danno vita ad insetti utili, in grado di parassitizzare e neutralizzare le uova della nociva piralide.
Il drone BA-A, equipaggiato con un kit di distribuzione automatizzato, rilascia con alta precisione garantita dal GPS, capsule di TRICHOGRAMMA per la lotta biologica alla piralide del mais.
Il software di pianificazione appositamente creato dal nostro partner pianifica i voli automatici, in base alla forma del campo e alla corretta quantità di trichogramma da distribuire. In volo, il kit installato sul drone sgancia le capsul, in funzione della pianificazione effettuata basandosi sulla posizione rilevata dal GPS. Ogni sgancio è validato da un sistema di sensori e run time viene monitorato dalla stazione di terra, da dove è possibile avviare e fermare la distribuzione o verificare se il serbatoio è vuoto.
Al termine del volo viene generato un report complessivo indicante ciascuna posizione degli sganci effettuati.
Il Kit di Distribuzione delle Capsule è un kit industrializzato, precedentemente utilizzato su migliaia di ettari direttamente dai Piloti del nostro partner e dai contoterzisti, che lo hanno adottato per sostituire la lotta chimica alla Piralide con la lotta biologica.
Con un singolo volo è possibile coprire fino a 5 Ha in meno di 15 minuti. La ricarica rapida delle capsule è garantita dalla possibilità di rimuovere rapidamente il serbatoio vuoto e di caricare quello pieno, per ripartire con uno stop di pochi secondi  tra un volo e l’altro. Alla velocità di 50 Km/h rilasciando fino a 2 capsule al secondo è possibile coprire vaste aree, pur mantenendo la precisione di distribuzione che determina l’efficacia del trattamento biologico.

 

L'era dell'agricoltura di precisione

Parrot SEQUOIA

OTTIMIZZATE IL RENDIMENTO DEI RACCOLTI E RISPARMIATE

La soluzione Parrot è un vero e proprio supporto decisionale per l’agronomo.
Monitora lo stato di salute delle piante, Sequoia permette all’agronomo di adottare le misure necessarie per garantire il benessere di ogni singolo terreno agricolo.
Ottimizzare cosi i dosaggi di fertilizzanti adattandola ai bisogni, limitare l’uso di pesticidi dove sono necessari o analizzare il comportamento delle piante dopo l’irrigazione: il sensore Parrot Sequoia permette di analizzare queste e tante altre utili opzioni.
Questo permette anche di ridurre costi di monitoraggio ottimizzando il rendimento.

Parrot Sequoia
sequoia-light-compare

ALTA TECNOLOGIA PER ACQUISIRE DATI DI PRECISIONE

La soluzione Sequoia è composta da due sensori.
Il sensore multispettrale che, orientato verso le piante, cattura in quattro componenti diverse la luce che esse riflettono: verde, rosso e le due bande dell’infrarosso invisibili ad occhio umano.
Il sensore di luminosità, montato sul lato superiore, registra l’intensità della luce emanata dal sole nelle stesse quattro bande spettrali.
L’alta tecnologia è al servizio dell’agronomo.

concetto sequoia
vegetazione
Agricoltura_servizi
sensore submit